Concorsi Scuola di prossima uscita (2019-2020) per Docenti, ATA e DSGA

In questo articolo andremo a vedere quali sono i bandi di Concoro Pubblici per lavorare nella scuola e che sono prossimi alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, in particolare andremo a vedere i Concorsi per Docenti, per il Personale ATA e per i DSGA, recentemente infatti è stato trovato un accordo tra il Miur e i Sindacati sul decreto salva precari, all’interno del quale sono previste diverse selezioni indirizzate a coloro che vogliono lavorare all’interno degli edifici scolastici.

La maggior parte dei bandi in uscita, però, sono rivolti a coloro che vantano già un’esperienza all’interno delle scuole; vale sia per gli insegnanti che per il personale amministrativo, con quest’ultimi che potranno concorrere per il ruolo di DSGA.

Concorsi per Docenti nella scuola secondaria

Il primo bando prossimo alla pubblicazione è quello che riguarda i docenti nella scuola secondaria, in realtà i bandi che saranno pubblicati sono due, all’interno del decreto salva precari sono contenute delle misure atte all’assunzione di nuovi docenti e alla stabilizzazione di quelli precari che non hanno un contratto a tempo indeterminato.

Per questo saranno previsti due bandi differenti il primo denominato ordinario e quello straordinario che sarà riservato a chi ha maturato almeno tre anni di servizio come supplente, i due bandi seppur differenti l’uno dall’altra saranno pubblicati insieme.

La pubblicazione di questi due bandi comporterà la stabilizzazione di circa 50.000 docenti nella scuola secondaria: 26.000 nel caso della selezione aperta a tutti i laureati, 24.000 per quella dei precari storici.

I due bandi oltre ad avere finalità differenti hanno anche requisiti diversi, per aderire al bando ordinario i candidati dovranno avere una laurea utile per l’iscrizione ad una classe di concorso e aver conseguito i 24 CFU in discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Per partecipare al secondo bando, quello straordinario, i candidati dovranno essere docenti, in questo caso i 24 CFU non sono necessari (saranno conseguiti dai vincitori del concorso durante l’anno di prova), ma i candidati dovranno aver maturato almeno tre anni di servizio – negli ultimi otto – come supplenti nelle scuole pubbliche italiane.

Per il secondo concorso c’è da ricordare che è stata introdotta una significativa novità, anche coloro che saranno idoneo alla prova scritta, ma con un punteggio troppo basso per essere anche vincitori, potrà comunque abilitarsi all’insegnamento.

Per i tempi di pubblicazione al momento si sà che dovrebbero essere pubblicati durante il mese di Novembre 2019 mentre il concorso straordinario essendo più breve permetterà di stilare delle graduatorie di merito utili già per le immissioni nell’a.s. 2020-2021, per quello ordinario le procedure sono più complesse e probabilmente gli inserimenti nelle scuole partiranno nell’anno scolastico successivo.

Concorso per Docenti scuola primaria e dell’infanzia

Dopo i primi due bandi che abbiamo visto ci sarà quello dedicato ai docenti che lavorano nella scuola primaria e dell’infanzia, per questo bando verso fine settembre (il 30) c’è stata la nota di aggiornamento del DEF approvata dal Consiglio dei Ministri, nel documento viene confermato che l’uscita del bando di concorso è imminente: questo, infatti, sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro la fine dell’anno presumibilmente durante il mese di dicembre 2019.

Questo bando di concorso riguarderà anche i docenti di sostegno sempre nella scuola primaria e dell’infanzia, nel complesso saranno disponibili 17.000 posti, potranno aderire al bando tutti coloro che sono in possesso della laurea in Scienze della formazione primaria, così come i diplomati magistrali entro il 2001-2002.

Non è richiesto il possesso dei suddetti 24 CFU, mentre per il sostegno bisogna aver conseguito il titolo di specializzazione.

Concorso straordinario per DSGA

L’ultimo concorso in uscita che riguarda il mondo della scuola è quello per i DSGA, ossia una figura apicale del personale ATA, recentemente è stata raggiunta un’intesa tra Miur e Sindacati proprio sulla pubblicazone di questo concorso che permetterà di assumere 2.000 Direttori, inoltre il Miur presto ne bandirà un altro riservato a tutti coloro che hanno già ricoperto, seppur senza un riconoscimento ufficiale, le funzioni del DSGA.

Stiamo parlando di tutti quegli assistenti amministrativi che per mobilità interna hanno ricoperto il ruolo di DSGA e che adesso con i nuovi ingressi rischiano di dover lasciare la loro posizione.

Ebbene, il MIUR ha deciso di dar loro un’opportunità di stabilizzazione nel ruolo prevedendo un bando di concorso per i DSGA facenti funzioni riservato agli amministrativi che negli ultimi otto anni di servizio hanno ricoperto questo ruolo per almeno tre anni (non per forza continuativi).

Questo concorso – che dovrebbe essere in uscita nel 2020 – porterà ad una graduatoria che verrà utilizzata in subordine a quelle del concorso ordinario.